Translate

domenica 14 settembre 2014

HEINRICH BUCHHBINDER





Heinrich Buchbinder  è nato a Zurigo il 6 febbraio del 1919 (Svizzera),  figlio di Boruch Buchbinder e Balbina Berta (nome da nubile: Davidsohn).
Heinrich Buchbinder  si sposò tre volte: 1942, la prima volta con Walli Haab , nel 1952 con Klara Müller e il 1969 la sua ultima consorte fu Chantal Ziegler. Da giovane iniziò a studiare medicina, ma poi rinunciò e non concluse gli studi in seguito si specializzò nella chiropratica. La chiropratica ben presto divenne la sua occupazione e per dieci anni lavorò come consulente per la Schweizerische Chiropraktoren-Gesellschaft (Società Svizzera di Chiropratici). Per molto tempo ricoprì la carica di vice presidente della Federazione Europea delle Associazioni Pro Chiropratica. 

Dal 1977-1992 è stato redattore della Schweizerische Krankenkassen-Zeitung. Durante gli anni 1940 e 1950 Buchbinder è stato attivo nel movimento svizzero trotskista. Un movimento, il trotskysmo svizzero, che a causa di un sistema reazionario spesso per svolgere la sua attività politica era costretto ad utilizzare l’illegalità.

I contatti con la Quarta Internazionale per Buchbinder erano stata interrotti nel 1939 all’inizio della guerra. IL conflitto aveva tranciato ogni legame a livello internazionale, solo nel 1945 i rapporti con l’internazionale furono riconnessi.  Nel mese di ottobre del 45 difatti Buchbinder  diventa  membro del Comitato Esecutivo europeo della Quarta Internazionale; partecipa alla prima conferenza internazionale della Q.I. dopo la seconda guerra mondiale che si tiene a Parigi nel marzo 1946 assumendo sin da subito un ruolo da dirigente. Quando, nel 1953 la Quarta Internazionale si scinde, Buchbinder si schierò con il Comitato Internazionale della Quarta Internazionale lanciato da Cannon, Healy e Bleibtreu in opposizione alla svolta revisionista/entrista sui generis voluta da Pablo.

IL  gruppo svizzero trotskista, Marxistis Che Aktion der Schweiz  (MAS,  azione  marxista della Svizzera) diretto da Buchbinder  cercò, seppur dotato di un piccolo numero di militanti, di sviluppare un’egemonia su altre organizzazioni della sinistra svizzera  ad esempio Proletarische Aktion (PA, Azione Proletaria), o Sozialistischer Arbeiterbund (SAB, Lega Socialista dei Lavoratori). Durante la fine degli anni 1950 e 1960 nella fase di riunificazione della Quarta Internazionale (la Quarta verrà rinominata  Segretariato Unificato della Quarta Internazionale)  tra le due anime del movimento trotskista ,  il MAS  Svizzero e gran parte del movimento trotskysta svizzero erano in declino.

Alla fine del 1950 Heinrich Buchbinder  sostenne la lotta anti-coloniale del popolo algerino e lanciò una campagna contro il possesso delle armi nucleari in Svizzera,  la lotta di Heinrich culminò in un referendum tenutosi nel 1962 che venne sostenuto da un terzo degli elettori svizzeri. 


Quando, alla fine degli anni 60,  il movimento trotskysta svizzero riprese fiato Buchbinder non partecipò a questo processo, aveva rotto con il trotskysmo, oramai non si considerava più un rivoluzionario. Passo al movimento socialista dove assunse un ruolo da dirigente, morì l’11 dicembre del 1999 in Svizzera