Translate

domenica 16 giugno 2013

RUDOLF KLEMENT DIRIGENTE TROTSKYSTA

Rudolf Klement è nato il 4 Novembre 1908 ad Amburgo e assassinato per mano stalinista nel luglio del 1938 a Parigi, è stato un trotskista tedesco. Fu segretario di Leon Trotsky.
Figlio di un architetto tedesco Rudolf Klement ad Amburgo, sua città natale, inizia gli studi di filosofia ed  entra sin da giovanissimo nel Partito Comunista di Germania (KPD).

All'interno del KPD, si schiera da subito con l' opposizione di sinistra (corrente trotskysta), questo gli vale l'espulsione dal partito comunista tedesco (stalinizzato) nel 1932.
Rudolf Klement era dotato di un grande attivismo politico, infaticabile organizzatore e aveva una speciale passione per lingue per questi motivi George Jungclas il leader locale della opposizione di sinistra, gli chiese di unirsi a Leon Trotsky, sull'isola di Buyukada (dove Trotsky ha vissuto in esilio per qualche tempo sin dal  1929) come segretario e traduttore. Rudolf Klement arriva sull'isola all'inizio di maggio 1933, poi seguì Trotsky in Francia nel mese di luglio 1933. 
Trotsky nel giugno del 1935 è costretto a migrare per l'ennisima volta in Norvegia dalla Francia. Klement non continuerà a svolgere lavoro di segreteria per Trotsky, rimanendo in Francia. Rudolf d'ora in poi verrà impiegato nel ruolo di organizzatore del movimento trotskysta in Francia.

In Francia, Rudolf Klement continuò le sue attività di dirigente dell'opposizione di sinistra. E' anche il Segretariato internazionale della Lega comunista internazionale (nome dell'Opposizione di sinistra internazionale nel 1933) . Egli svolge un ruolo da protagonista nella commissione per gli affari esteri del IKD (International Kommunisten Deutschlands, la sezione tedesca della Lega comunista internazionale). In questi anni Rudolf usa molti pseudonimi Federico Ludwig, Walter Steen, Camille, Adolphe ...per scappare dalle persecuzioni naziste e staliniste.

Rudolf Klement scomparve dalle strade di Parigi il 12 lug 1938. Pochi giorni dopo la sua scomparsa  venne recapitata a Leon Trotsky e ai vari leader del movimento trotskista (John Rous, Pierre Naville, Henk) una lettera firmata (falsa e scritta dall' nkvd 1) da Klement che annunciava la rottura con il movimento per la Quarta Internazionale accusando l'opposizione trotskysta di "collaborazione con i fascisti."

Alla fine di agosto dello stesso anno, in un sacchetto contenente parti di corpo umano (senza testa) vennerro recuperati nella Senna e identificati come i resti del corpo di Rudolf Klement. Stalin non si limitò a silenziare un suo rivale politico, ma si dilettò nel lavoro (l'unico in cui riusciva bene) di macellaio...

Marcel B

1 Polizia segreta sovietica